Prima scelta: Una pelle che non presenta tagli nel fiore ma può evidenziare segni limitati di scollamento non profondi alle estremità. Conservazione e rifinitura perfetta.

Seconda scelta: Una pelle che presenta al massimo un taglio non profondo nel fiore e/o fino a tre tagli profondi di scollamento alle estremità. (Un taglio è definito come un foro che penetra attraverso la pelle. I segni di scollamento che non penetrano la pelle non sono classificati come tagli).

Terza scelta e scarti: Una pelle con più di 3 tagli nel fiore o con difetti quali 2-3 marchi, escrescenze, cicatrici aperte, peli, concia di scarsa qualità, fori eccessivi o taglio non corretto.

Senza segni di acari/ danni visibili da parassiti Pelli che sono alla vista esenti da segni di acari e/o danni da parassiti ma che potrebbero presentare tali danni sotto il pelo.

Per le calzature di qualità viene utilizzata solo la prima scelta ed esclusivamente il groppone (3) la parte più pregiata dell’animale.

 

Un notevole scarto di lavorazione se non addirittura la conseguente inutilità della pelle stessa di tutte le altre parti che tradizionalmente l’industria utilizza per il confezionamento di calzature.
taglio-pelle