L’argomento guida con ciabatte, zoccoli o a piedi nudi, interessa in modo particolare questo periodo infatti con l’arrivo della bella stagione gran parte delle persone mette via stivali e scarpe invernali per far posto a calzature più comode e leggere come ciabatte, zoccoli e infradito.
Secondo un’indagine nel periodo estivo ben il 53% degli italiani si mette al volante della propria auto indossando infrandito o modelli simili.
E fin qui nulla di strano visto che già dal 1993 non esiste alcun divieto di guidare con calzature non chiuse sul retro o addirittura a piedi nudi, a patto però che ciò non comprometta la sicurezza necessaria.
L’articolo 140 del Codice della Strada che regolamenta la materia infatti prescrive di guidare con un “abbigliamento adeguato al fine di evitare pericoli per la circolazione”, lasciando quindi un certo margine di libertà all’automobilista.
Non esiste alcun divieto di guidare senza scarpe o con calzature diverse.

E’ vero che nel vecchio codice della strada vi era un articolo che prevedeva questo divieto ma, non indossare scarpe, oppure guidare con infradito, zoccoli, ciabatte o altre particolari calzature non è vietato dalla legge. E’ però sempre opportuno considerare anche il modo di vestire affinchè, come previsto dall’art. 140 del Codice della Strada, si evitino pericoli per la circolazione.