Lo sfumato è una tecnica pittorica che permette, attraverso un’ attenta gradazione dei valori tonali (colori), di ottenere realistici effetti plastici. Leonardo in particolar modo dimostra una piena padronanza di tale tecnica, che gli permette di realizzare una convincente illusione di profondità nelpaesaggio (prospettiva aerea).

In arte, il chiaroscuro sono gli effetti di luce e ombra di un dipinto o di un disegno, sia monocromo che a colori. Il termine, che viene utilizzato nella forma italiana anche in altre lingue, deriva dai due aggettivi ‘chiaro’ e ‘oscuro’ e fa riferimento alla tecnica che tende a contrapporre aree molto illuminate ad altre profondamente ombreggiate. L’abile utilizzo di luci e ombre (talvolta definite valori tonali) al fine di produrre effetti particolari è una caratteristica delle opere di grandi maestri cinquecenteschi come Leonardo da Vinci (il creatore dello ‘sfumato’) e Raffaello, e di grandi artisti barocchi secenteschi come Caravaggio, Georges de La Tour e, soprattutto, Rembrandt.

sfumato1