Mocassini: scarpe prive di suola che portano gli indiani eleganti. (Jean Charles)

Contrariamente a quanto potrebbe pensarsi, ricostruire con precisione l’origine del mocassino è opera tutt’altro che facile.
Qualora vogliate cimentarvi nell’impresa, sappiate che la rete pullula di più o meno fantasiose ricostruzioni, con particolare riferimento ad una presunta discendenza di questo tipo di calzature, niente meno che da quelle originariamente indossate dalle popolazioni native d’America.
Proprio la parola “mocassino”, infatti, sarebbe la traduzione del vocabolo “calzatura”, utilizzata nella lingua Algonquian dai pellerossa, i quali, si dice, avrebbero avuto il merito di “intuire” quale comodità avrebbe potuto garantire fasciare i propri piedi in un lembo di pelle animale, mettendo per primi in pratica questa trovata.
Ora, per quanto la tesi possa sembrare affascinante – e per chi vi scrive, tra l’altro, non lo è – verrebbe, a questo punto, da dire che i pellerossa abbiano inventato le scarpe, tout court. Nutrendo, tuttavia, non poche perplessità al riguardo, riteniamo più verosimile credere che il mocassino rappresenti, più semplicemente, una deriva della moda calzaturiera in voga nei primi decenni del secolo scorso negli Stati Uniti.

Condividi: