Come riconoscere, quali sono i  pregi e come sono fatte  ?

Fabio Apriletti scrive…pc041299

Per riconoscere una scarpa di qualità quindi è necessario conoscere i materiali con cui sono fatte, e i modi di lavorazione.
I materiali: negli ultimi anni la varietà di pellame, a disposizione per le calzature, è diminuita limitandosi a quelle bovine, ovine e caprine. La migliore pelle per tomaia, si ricava da animali giovani come capretti o vitelli in quanto è più morbida ed elastica rispetto ad una pelle di animali più adulti meno elastica. Con particolari lavorazioni si ottengono gli scamosciati, che sono pellami trattati nella parte interna e molto raramente di daino. La suola migliore è quella in cuoio (pelle di animale), conciata con una procedura di almeno 8 mesi che la rende robusta ed elastica, ed inoltre, quando si cammina, fa scivolare dolcemente il piede in avanti, al contrario sella suola in gomma che invece tende a farlo impuntare. Il metodo di conciatura in assoluto più antico è quello cosiddetto “concia in fossa” che consiste nel trattare il cuoio con sostanze vegetali. Le fodere delle scarpe di qualità sono generalmente di capretto, pelle molto morbida e fine.

continua…

Condividi: