Una politica da sempre rivolta alla qualità con grande attenzione a tutti i processi lavorativi: questi due fattori contribuiscono a dare una posizione di leadership nel settore conciario ai vitelli francesi,  quel valore aggiunto che li contraddistingue dalla concorrenza e che li rende appetibili dalla clientela.

La conciatura  è effettuata secondo tecniche tramandate dai vecchi maestri francesi e reinterpretate con l’uso dei migliori prodotti che la tecnica conciaria mette oggi a disposizione. Tutto ciò dona alla pelle caratteristiche uniche, rifiniture che pur mantenendo intatte le doti naturali della pelle ne esaltano la bellezza e il profumo.

L’attingere dalla materia prima delle migliori fonti dell’Europa centrale e l’utilizzo di una struttura efficiente e di personale tecnico e manageriale altamente specializzato, insieme con la continua ed assidua attenzione alla ricerca delle nuove tendenze del mercato, favoriscono la produzione di pellame sempre più qualificato, soddisfacendo così le esigenze dei più rinomati pellettieri e calzaturieri del mondo.

La materia: ogni pelle, anche della migliore origine, ha delle difficoltà tecniche, vedi difetti che sono difficili ad immaginare prima della concia. Sia per sviluppare nuovi articoli, per i bisogni della moda e del design, o sia per fabbricare le pelli a uso dei mestieri d’arte e di tradizione, la selezione la più severa può avverarsi difettosa, qualsiasi competenza sia stata messa in opera.

I punti forza sono legati all’utilizzo dei migliori pellami grezzi provienti dalla Francia dove il processo di concia in vasche dura oltre 50 gg consentendo una maggiore penetrazione degli agenti concianti per un risultato finale che è pellame compatto, impermabile ed estremamente appagante all’occhio per il suo aspetto vivo e prezioso.

In foto due francesine con puntale decorato nei colori 2220 e derby (anilveau box calf)


Condividi: