Spesso si parla di camicie, maglie, giacche e pantaloni, ma ben poco si dice dell’intimo maschile, degli accessori e meno ancora delle calze. Eppure completano ogni tipo di abbigliamento maschile  definendone lo stile.

La prima regola fondamentale quindi, per iniziare questo percorso informativo, è che la calza da uomo va portata sempre fino al ginocchio. Essendo sinonimo di eleganza e alta moda, andrebbe sempre indossata, anche se è consentito farne a meno nel caso in cui si indossino mocassini o sneackers, anche se è tutta una questione di gusto e comfort.

E’ infatti risaputo che è più sano e confortevole usare almeno dei fantasmini, piuttosto che avere il piede a contatto diretto della scarpa

in generale, va sottolineato che la calza funge da trait d’union tra i pantaloni e la scarpa, pertanto il passaggio tra i primi e le calzature, deve essere il più armonico possibile. Armonico non significa banale, nè tono su tono. Infatti, le ultime tendenze propongono una netta dominanza di colori a contrasto, purchè scelti con cura.

Per gli aspiranti gentleman e futuri cavalieri è opportuno ricordare che quando ci si reca dal calzolaio per la prova delle scarpe il calzino diventa un elemento importante visto che si resta scalzi: nuovo e pulito è una cortesia che si può osare nei confronti di chi sta lavorando per noi.

calz

Condividi: