La lavorazione a sacchetto unisce la tomaia al sottopiede attraverso un sistema di cucitura che consente l’isolamento della suoletta interna dalla suola vera e propria, garantendo l’avvolgimento estremamente confortevole del piede in ogni sua parte.
Questo consente di realizzare scarpe che si adeguano al piede scongiurando inutili sofferenze: è una tecnica usata per costruire calzature particolarmente comode prive di tutte le componenti rigide.
Tuttavia questa lavorazione presenta anche due piccoli svantaggi, sia pure di scarsa rilevanza, il primo è che, non è possibile applicare tacchi alti; il secondo stà nell’impossibilità di inserire contrafforti rigidi i quali, peraltro, vengono sostituiti da altri più piccolo e morbidi applicati a mano o in altre occasioni addirittura eliminati.

Galleria fotografica

Condividi: