Magia del baraccone made in china ? No, pura lavorazione artigianale italiana: scovare il ciabattino che da generazioni sa lavorare di lesina come un cesellatore è l’ultimo trend del momento.
Quasi uno snobismo in un epoca in cui ogni russo arricchito sa farsi confezionare in un mega atelier calzature da 5.000 euro.

Saper spendere è una delle vere discriminanti dello stile oggi: è non è un impresa per tutti: scovare ancora artigiani che si tramadano l’arte della calzatura da generazioni è una ricerca laboriosa fra strade di scarso passaggio, cortili interni e portoni anomimi.
Nei laboratori, spesso di pochi metri quadrati, padri, madri e  figli, tagliano, cuciono a mano tutto il giorno per creare capolavori artigianali che durano una vita.
Non pagano affitti stratosferici, non dilapidano denaro in pubblicità su riviste patinate, non hanno i ricarichi degli intermediari ed ecco il miracolo: scarpe fatte a mano a poche centinaia di euro.

Condividi: