Uscire dalla dimensione dell’uomo “consumens” (come indica Zygmunt Bauman) per entrare in quella della persona che sa scegliere è il primo passo sulla rivoluzionaria strada che porta ad attribuire a un oggetto (comprendendone ogni fase della sua realizzazione e ogni aspetto economico e culturale a esso connesso) il reale valore.
Una scarpa artigianale, non solo significa possedere un valore oggettivo, ma permette anche di assegnare una personale valutazione e una dimensione temporale.
Ritornare a scegliere autonomamente senza subire le imposizioni della moda equivale a tornare ad essere uomini con libero arbitrio e non mera massa soggetta solo a indagini di mercato.

Gli accessori sono oggetti che rendono l’uomo più elegante e charmant, infatti poichè l’eleganza di un uomo si riconosce proprio dai dettagli e a questi ultimi che bisogna prestare maggiore attenzione: in foto scarpe cintura e portachiavi realizzati nella stesso pellame.

Condividi: